Per rendere la piscina un ambiente suggestivo e rilassante si deve prestare attenzione ai piccoli dettagli come ad esempio l’illuminazione. Questa non svolge solo la funzione di creare giochi di luci divertenti e piacevoli da guardare, ma ricopre un importante ruolo anche nell’ambito della sicurezza. 

Infatti, una buona illuminazione è fondamentale per mantenere la propria piscina un luogo sicuro anche dopo il tramonto e serve a proteggere soprattutto i più piccoli e i propri animali domestici. Pertanto, nella realizzazione dell’illuminazione della piscina (intesa non solo come quella della vasca, ma anche dello spazio bordo piscina) è fondamentale considerare non solo le tipologie di luci da scegliere, ma anche il loro impatto ecologico e la posizione in cui devono essere installate.  

Illuminazione per piscina a Led

Tra le numerose alternative che si hanno a disposizione, l’illuminazione a led per piscina costituisce una delle più valide soluzioni. Ne esistono due tipologie in commercio: 

  • illuminazione subacquea a parete: si tratta di luci subacquee che possono essere installate facilmente direttamente sulla parete della vasca garantendo performance adeguate. È opportuno ricordare che si tratta di una tipologia di illuminazione a led per piscina che sporge leggermente rispetto alla parete dove si trova e, pertanto, possono potenzialmente rivelarsi pericolose in presenza di bambini che potrebbero utilizzarle per arrampicarsi fuori dalla vasca;
  • illuminazione a led a pavimento: diffusa quanto la precedente, l’illuminazione a led a pavimento garantisce una grande resa estetica. Inoltre, grazie alla capacità di migliorare la visibilità in un raggio sufficientemente ampio intorno a sé (dipende dalla dimensione del faretto) costituisce una valida soluzione che unisce praticità e design. A questo proposito è opportuno ricordare come alcune strutture alberghiere utilizzino l’illuminazione a pavimento per creare un effetto suggestivo in cui il fondale della piscina diventa la metafora del cielo costellato da tante stelle quanti sono i faretti installati. 

È opportuno sottolineare che le due tipologie di illuminazione a led possono essere utilizzate in maniera combinata poiché, spesso, vengono installate in zone differenti. 

Illuminazione notturna per piscina

Illuminazione bordo piscina

Se l’illuminazione della vasca riveste un ruolo importante sia dal punto di vista della sicurezza, sia dal punto di vista estetico, è opportuno porre altrettanta attenzione all'illuminazione dell'area a bordo piscina. In base alla tipologia di piscina installata è possibile optare per un diverso progetto di illuminazione che sappia valorizzare l’ambiente (interno o esterno) nel quale si trova. 

Ad esempio, se la piscina è al chiuso l’illuminazione della zona antistante alla vasca può godere dello stile e dell’arredo pensato per quella stanza. Allo stesso modo, nel caso in cui la vasca sia racchiusa all’interno di una copertura per piscina telescopica, è fondamentale valutare caso per caso come poter valorizzare l’ambiente e rendere confortevole l’utilizzo della piscina anche durante le ore notturne, se consentito. 

Se invece la piscina si trova all’esterno, il tema dell’illuminazione a bordo piscina si fonde con quella del giardino. A questo proposito è opportuno ricordare che tra le soluzioni maggiormente utilizzate ci sono i cosiddetti faretti da giardino: disponibili in differenti finiture, colori e altezze sono capaci di adattarsi a qualunque stile sia stato scelto per il giardino. 

In alternativa è possibile valutare di installare faretti a led di forma sferica incastonandoli direttamente all’interno del pavimento calpestabile vicino alla vasca: si tratta di una soluzione esteticamente pregevole che saprà conquistare anche i più esigenti. 

Faro per piscina 

I fari sono tra gli strumenti di illuminazione più amati dai proprietari delle piscine grazie all’ampia zona sulla quale sono capaci di fare luce. Forse proprio per questo l’offerta sul mercato è molto vasta e include non solo i fari a led, ma anche quelli alogeni e in fibra ottica. 

Ciascun modello si differenzia dagli altri non solo per l’effetto estetico generato, ma anche la tecnologia con cui sono realizzati nonché per la durata e i consumi. In particolare: 

  • fari alogeni: si tratta del modello più tradizionale e, proprio per questo, sono tra i più diffusi nelle piscine realizzate in passato, in quanto capaci di emanare una luce calda e avvolgente. Tuttavia, è opportuno sottolineare come il calore prodotto sia anche il principale responsabile della loro usura e della durata del loro ciclo vitale pari a massimo 2 anni. 
  • fari a led: è una delle proposte più recenti sul mercato dell’illuminazione per piscine. Disponibili in differenti colorazioni grazie alla tecnologia avanzata, sono un prodotto molto competitivo per durata e rapporto qualità prezzo. 
  • fari in fibra ottica: costituiscono la nuova frontiera in tema di illuminazione per piscina in quanto consentono di attuare sempre nuove soluzioni e abbinamenti tra colori e posizioni. La fibra ottica trova nell’illuminazione per piscina il campo d’applicazione principe, in quanto lavora in assenza di elettricità e garantisce un elevato tasso di sicurezza in acqua anche in caso di illuminazione subacquea.

È opportuno sottolineare che i fari in fibra ottica comportino numerosi vantaggi per chi li acquista: infatti, a fronte di un investimento iniziale non indifferente, è possibile godere di flessibilità, versatilità e adattabilità a qualsiasi forma e tipologia di piscina; inoltre, prevedono un basso livello di manutenzione e un consumo energetico contenuto.

Illuminazione a led per piscine

Le luci per piscina a led hanno letteralmente rivoluzionato i progetti di illuminazione di questi ambienti. A differenza del faro tradizionale a incandescenza, la tecnologia Led garantisce una maggiore durata, una scelta più ampia dal punto di vista delle colorazioni e, soprattutto, permette un significativo risparmio energetico.

Esse, infatti, consumano molto di meno e durano 5 o 6 volte in più di quelle alogene a fronte di possibilità incredibili. 

Pertanto, è opportuno sintetizzare alcuni dei numerosi vantaggi di cui è possibile godere quando si sceglie un sistema di illuminazione a led per la propria piscina: 

  • calpestabilità: a differenza di altri modelli possono essere inseriti all’interno della pavimentazione e quindi essere calpestati senza il rischio che si possano rompere (se non in casi particolari); 
  • non emettono calore: data la particolare struttura dell’illuminazione a led, questa è pensata per non scaldare la piscina;
  • differenti colorazioni: grazie a questa caratteristica l’illuminazione viene usata anche nelle piscine in cui si vuole svolgere cromoterapia.

Infine, è opportuno ricordare lo strettissimo legame che esiste tra domotica e illuminazione a led della piscina. Grazie a sofisticati sistemi di domotica che oggi fanno parte della quotidianità di molte famiglie e aziende, è possibile regolare l’illuminazione della piscina a distanza attraverso specifiche applicazioni per smartphone, verificarne lo stato e - in alcuni casi - sapere anche dopo quanto è necessario sostituire la componente a led. 

Abritaly è l’azienda leader nel settore delle coperture per piscine. Si caratterizza per la sua lunga esperienza e tradizione, la sua attenzione verso il cliente e il design inconfondibilmente italiano. 

Fari subacquei per piscina

Fonti:

https://www.blogpiscine.com/illuminazione-piscina-scegliere-piu-adatta/s/edit#

https://metfibreottiche.it/strisce-led/

https://www.ibluepiscine.it/blog/1555-illuminazione-per-piscine-interrate-fari-alogeni-led-fibra-ottica.html

https://www.amazon.it/sk=fari+alogeni&i=lighting&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref=nb_sb_noss

https://www.amazon.it/Luci-Fibre-Ottiche-Illuminazione/s?k=Luci+Fibre+Ottiche&rh=n%3A1571292031