Installare una minipiscina nel proprio giardino o sul terrazzo costituisce una valida alternativa, soprattutto quando le giornate diventano calde e il desiderio di immergersi nell’acqua fresca diventa sempre più forte. A differenza di quanto si possa pensare, le minipiscine - nonostante le dimensioni spesso ridotte - consentono di godere di numerosi vantaggi. 

Minipiscina idromassaggio

Una delle versioni più amate delle minipiscine include la funzione di idromassaggio: i getti di acqua, posizionabili a piacere, consentono una concreta diminuzione della tensione nervosa e dei muscoli che, grazie al tepore e alla leggera pressione, tendono a rilasciarsi. 

Inoltre è possibile individuare alcuni benefici per la circolazione sanguigna: una volta che il corpo si trova in una situazione di relax, tende a ripristinare il suo normale funzionamento. I giochi di luce - meglio noti come ‘cromoterapia’ - ottimizzano l’idromassaggio offrendo, a chi utilizza la vasca, una sensazione di benessere così profonda da diventare quasi irrinunciabile.

Minipiscina idromassaggio
Minipiscina con idromassaggio

Proprio per questo una minipiscina idromassaggio può svolgere diverse funzioni ed essere posizionata in diverse zone della casa e del giardino, scegliendo tra una collocazione su un terrazzo o all’esterno, magari in prossimità di una piscina più ampia. Questa seconda tipologia di minipiscina è utilizzata con maggior frequenza grazie alla possibilità di creare zone di relax e di contatto con la natura. 

Le minipiscine idromassaggio si adattano anche ad ambienti interni e, se gli spazi dell’immobile lo consentono, possono valorizzare l’area relax accanto ad un impianto di illuminazione a led per la cromoterapia, oltre ad uno specifico spazio con docce emozionali e bagno turco. 

Minipiscine da esterno

A differenza di quanto si possa pensare il concetto di minipiscina non può essere ridotto ad una vasca dalle dimensioni contenute: si tratta infatti di uno strumento che consente di valorizzare l’ambiente esterno, completandolo e permettendo di realizzare un piacevole ambiente di relax dehor.

Inoltre, tra i vantaggi che comporta l’installazione della minipiscina da esterno c’è la facilità di installazione e la tempestività con cui è possibile completare il lavoro. Infatti, le minipiscine sono strutture che possono essere interrate ad incasso o posizionate fuori terra e qualora necessario, disinstallate e collocate in altri luoghi. Nello specifico, le minipiscine da esterno, si prestano ad essere collocate tanto ai giardini quanto ai terrazzi: la metratura, in questi casi, non è limitante e i numerosi modelli permettono a chiunque di poter creare la propria zona di comfort. 

Minipiscina da esterno
Minipiscina da esterno

A differenza delle classiche piscine interrate, una piscina esterna è molto più facile e veloce da installare: i tempi di montaggio dipendono sempre dai modelli scelti, alcuni infatti potrebbero essere più macchinosi a causa degli accessori. Ma nella maggior parte dei casi, con il supporto tecnico adeguato, bastano solo poche ore

È opportuno sottolineare quanto sia fondamentale individuare la posizione in cui collocare la minipiscina idromassaggio, tra cui l’esposizione al sole e la manutenzione. Qualora si decida di installarla all’esterno si suggerisce un luogo che viene illuminato durante la mattinata o nel tardo pomeriggio, in modo da potersi immergere nelle ore meno calde della giornata. Quando, invece, la si installa in un terrazzo, è opportuno assicurarsi che la vasca non provochi fastidio a vicini di casa e al condominio. 

Accanto a questi primi accorgimenti, è opportuno ricordare alcune norme di comportamento che consentono di ridurre la manutenzione e ottimizzare l’esperienza all’interno della vasca idromassaggio, tra cui: 

  • fare la doccia prima del bagno: così facendo l’acqua elimina le tracce di sudore e le impurità presenti sulla pelle;
  • mantenere in funzione l’impianto di filtrazione: si garantisce così uno smaltimento costante dei residui organici, grazie soprattutto all’O3;
  • pulire i filtri: è bene farlo periodicamente e con acqua preferibilmente potabile;
  • svuotare la minipiscina: ogni 2 o 3 mesi è opportuno il ricambio dell’intero volume d’acqua, così da permettere una sanificazione totale;
  • usare prodotti correttivi: è utile controllare i valori ph dell’acqua con costanza e se necessario trattarla con specifici agenti.

Minipiscine da terrazzo

Quando si decide di acquistare una minipiscina da terrazzo è possibile accedere ad un vasto assortimento di prodotti presenti sul mercato, che si differenziano per forme, colori e dimensioni. Prima di procedere con l’acquisto e l’installazione è opportuno ricordare che l’utilizzo della vasca all’interno del proprio terrazzo domestico non richiede specifiche autorizzazioni; nonostante questo è preferibile avvisare i condomini e i vicini di casa in modo da poter scongiurare eventuali argomenti d’attrito. Infatti alcuni modelli di piscine da terrazzo possono rivelarsi particolarmente rumorosi o provocare alcuni schizzi d’acqua che potrebbero raggiungere i terrazzi vicini o del piano inferiore. 

Senza particolari permessi e lunghi giorni di attesa, la minipiscina può essere pronta all’uso nel giro di pochissimo tempo. Naturalmente, sono necessarie una serie di brevi verifiche prima dell’installazione: 

  • controllo della portata: valutare quanto peso sia in grado di sostenere il terrazzo;
  • controllo di carico: si tratta di un’analisi volta a verificare che la terrazza possa sostenere la struttura della minipiscina piena di acqua;
  • compatibilità della superficie: capire quanto questa sia piena, solida e resistente;
  • posizione più adeguata: scegliere la posizione ideale è utile al fine di facilitare le successive operazioni di manutenzione.

Queste analisi vengono svolte da personale altamente qualificato che ha il compito di verificare che l’installazione della minipiscina sul terrazzo possa essere eseguita in maniera adeguata e in piena sicurezza, senza causare danni all’immobile. 

Copertura minipiscina

La minipiscina, sia essa normale o con la funzionalità idromassaggio, richiede cura e una manutenzione periodica. Per ottimizzare i costi è fondamentale valutare la possibilità di acquistare una copertura per piscina: in base all’ambiente in cui è stata installata è possibile scegliere il modello che meglio si adatta e che ha un impatto visivo minore. 

Per chi desidera una copertura modello minimal è perfetto il telo in pvc che garantisce alla vasca la giusta protezione dai detriti esterni e permette, al tempo stesso, un minimo isolamento termico. Per chi invece avesse la possibilità di installare la minipiscina in un giardino è opportuno un tipo di copertura più completa e si suggerisce di non escludere il modello di copertura telescopica: questo permetterà non solo una totale protezione dalle intemperie riducendo al minimo la necessità di manutenzione ordinaria alla vasca, ma anche di godere della minipiscina durante i mesi invernali. 

Fonti:

https://www.minipiscina.net/