Avere una piscina privata in giardino è il sogno di moltissimi italiani, specialmente nei mesi più caldi e torridi dell’anno. Quando il sogno diventa realtà, tuttavia, bisogna fare attenzione a molteplici aspetti fondamentali per rendere l’ambiente piscina un luogo sicuro e piacevole per tutti i membri della famiglia. 

A tal fine, è consigliabile dotarsi di sistemi di sicurezza quali teli, coperture per piscine, allarmi, recinzioni, ma soprattutto scalette per piscine

L’acquisto e l’installazione di questi sistemi permette di garantire la salvaguardia di ogni membro della famiglia assicurando pomeriggi di relax e divertimento, senza alcun tipo di preoccupazione. Ecco quindi alcuni consigli su come rendere la propria piscina privata un ambiente del tutto sicuro.

Come montare la scaletta per piscina

Le scalette per piscina permettono di rendere la propria vasca un posto sicuro per tutti, grandi e piccoli. Per utilizzare al meglio la scaletta per piscina, però, è importante osservare alcune regole fondamentali, quali:

  • posizionare la scaletta su una superficie piana e solida;
  • non tuffarsi né saltare da essa;
  • utilizzare la scaletta uno alla volta;
  • non nuotare mai di sotto o dietro la scaletta;
  • non spostare la scaletta quando la piscina è in uso;
  • controllare regolarmente tutti i bulloni e i dadi della scaletta per assicurarsi che sia ben attaccata e di conseguenza sicura;
  • illuminare attraverso luci la scaletta quando si utilizza la piscina di sera.

Oltre a seguire queste avvertenze fondamentali, è senza dubbio necessario montare correttamente la scaletta per piscina, sia che quest’ultima sia interrata o fuori terra. Per farlo è bene leggere attentamente il manuale di istruzioni e seguire passo per passo le indicazioni in esso riportate.

  1. identificare tutte le parti: prima di procedere con il montaggio vero e proprio è bene familiarizzare con tutte le componenti e prepararle al montaggio cercando di capire quali devono essere collegate tra loro, alcune di queste possono sembrare simili o intercambiabili, dunque è molto importante fare attenzione durante questa fase preliminare;
  2. assemblaggio componenti: a seguito della preparazione delle componenti, inizia quindi la fase di assemblaggio dove, solitamente, il primo passo è montare le gambe della scaletta e in seguito i gradini; successivamente si passa all’installazione dei sostegni e del binario a “U”, necessario per issarsi sulla scaletta nel momento in cui si vorrà uscire dalla piscina;
  3. check-up finale: una volta ultimato l’assemblaggio, invece, è bene verificare che ciascuna vite sia fissata correttamente e testare la stabilità di ogni gradino della scaletta esercitando pressione verso il basso; nel caso di una scaletta per piscina fuori terra, è inoltre necessario tenere a mente che il lato removibile dei gradini deve essere posizionato all’esterno della piscina.

È importante sottolineare la necessità di seguire attentamente le istruzioni anche per la manutenzione della scaletta e per l’eventuale smontaggio delle componenti 

Scaletta per piscina

Come rinforzare scaletta piscina fuoriterra

La scaletta, fondamentale per entrare ed uscire in sicurezza dalla piscina, deve essere solida e stabile, oltre che adatta alla propria tipologia di vasca. Esistono principalmente due tipi di scalette: 

  • le scalette a ponte: queste sono le più diffuse per le piscine fuori terra. Come suggerisce il nome, queste scalette creano un ponte che permette ai bagnanti di entrare ed uscire in totale sicurezza dall’acqua. Una parte della scala, dunque, è immersa mentre l’altra poggia sul terreno o sul bordo. É estremamente importante collocare questo tipo di scaletta in maniera corretta, distinguendo il lato interno da quello esterno. Queste scalette, inoltre, possono essere a pioli o a gradini: è consigliabile optare per il secondo tipo, più ampio e quindi più comodo e agevole per essere utilizzato a piedi nudi;
  • le scalette interne: realizzate in acciaio oppure in resina, sono disponibili in varie altezze e possono essere facilmente spostate o smontate. In alcuni modelli può essere rimossa solo la parte esterna per evitare che i bambini entrino in acqua senza la supervisione di una persona adulta. Le scalette realizzate in resina, inoltre, sono molto leggere e facilmente trasportabili, ma tendenzialmente meno resistenti di quelle in acciaio. Queste ultime, infatti, tendono a garantire una maggiore sicurezza poiché risultano più rinforzate e più stabili. Le scalette interne, infine, sono le più diffuse per le piscine interrate e sono generalmente realizzate in acciaio inox. Questa tipologia di scaletta viene fissata al pavimento che circonda la piscina, e può essere facilmente rimossa o spostata.

Le scalette a gradini sono anche dotate di corrimano su uno o su ambedue i lati. Si tratta di un elemento forse scontato ma estremamente importante, sia per i bambini che per le persone più anziane.

Scalette per piscine per disabili

La scaletta in piscina è utile a tutti: adulti, bambini, anziani ma anche persone con disabilità. Per permettere loro di godersi la piscina e divertirsi in sicurezza, senza alcuna preoccupazione, è bene tenere in considerazione alcuni aspetti e dotarsi di una scaletta adeguata.

Per quanto concerne il modello della scaletta, si consiglia quella a ponte per piscine fuori terra e quella interna per piscine interrate, come precedentemente descritto.

L’importante è fare attenzione al materiale con cui viene realizzata la scaletta: sarebbe opportuno infatti optare per il materiale più resistente, stabile e rinforzato, ovvero l’acciaio inox antitaglio. Questo accorgimento vale anche per i gradini della scaletta, che devono essere sufficientemente ampi e antiscivolo. Bisogna infatti tenere presente che la scaletta verrà utilizzata a piedi nudi e si bagnerà continuamente. Dunque è necessario assicurarsi che i gradini siano fatti apposta per evitare che si scivoli durante l’utilizzo.

Altrettanto importante è il corrimano, elemento imprescindibile che permetterà di aggrapparsi saldamente alla scaletta per entrare o uscire dalla piscina. Questo deve essere presente sia nella parte interna che nella parte esterna della scaletta e deve essere ancorato saldamente agli altri componenti della scala. Maggiore sarà lo spessore del corrimano, più sarà facile sarà issarsi sulla scaletta.

Per permettere alle persone disabili di entrare e uscire agevolmente dalla piscina esiste un’altra valida alternativa, costituita dai sollevatori per piscine. Si tratta di sedute che permettono alla persona disabile, ma anche agli anziani, di entrare in acqua in completa sicurezza. 

In particolare, i sollevatori per piscine sono dotati di sedili acquatici rotanti che vengono immersi in acqua grazie all'ausilio di un sollevatore. La persona seduta sul sedile, e assicurata con apposite cinture di sicurezza, può facilmente sollevare, ruotare ed abbassare il sollevatore tramite l’utilizzo di un telecomando a tenuta stagna.

Fonti

https://www.piscineitalia.it/pdf/Istruzioni_montaggio_piscina_fuoriterra_INTEX_Prism_Frame_Scala_122_132_cm.pdf

https://bestwaystore.it/blog/guide.html/scalette-piscine-fuori-terra.html

https://www.guidapiscine.it/articoli/scalette-per-piscine-di-tutti-i-tipi

https://www.giardiniverdi.it/scalette-e-sollevatori-disabili-per-piscine/

Scaletta per piscina