Chiunque possieda una piscina ha sentito parlare sicuramente di scarico di fondo. Si tratta di uno sbocco presente nella parte più profonda del fondo della vasca, essenziale non solo per le operazioni di riempimento e svuotamento, ma anche per tenere l’acqua sempre pulita e in movimento. Dunque, la presa di fondo di una piscina svolge un ruolo essenziale per il buon funzionamento di tutto l’impianto. Per tale motivo, è importante conoscere tutti i dettagli in merito, capire come funziona, come si installa, a cosa serve e approfondire anche la normativa di riferimento.

Installazione dello scarico di fondo della piscina: cosa bisogna sapere

Lo scarico di fondo è un elemento fondamentale di qualunque vasca. Si tratta, dunque, di un dispositivo da posizionare sul punto più profondo della piscina, essenziale per svolgere una doppia funzione: è utile per agevolare il processo di svuotamento e serve anche a tenere in movimento l’acqua, così da evitare che i detriti si sedimentino sul fondo. Si parla, dunque, di un elemento importantissimo. Tecnicamente, la presa di fondo rappresenta uno sbocco connesso a un tubo. Le tubazioni servono a trasportare l’acqua direttamente nella fogna quando si va a svuotare l’acqua, o viceversa servono a portare acqua pulita alla piscina per riempirla. Dunque, lo scarico di fondo non agisce da solo, ma è collegato a una moltitudine di elementi che, insieme, mettono in funzione la piscina.

Affinché lo scarico di fondo funzioni al meglio, ci deve essere una grande potenza e, dunque, un risucchio significativo in prossimità della presa. Per evitare che tale forza sia troppo forte, le normative impongono l’installazione di almeno due prese all’interno della vasca, ovviamente questo avviene quando la dimensione della piscina è tale da consentire un doppio dispositivo. Inoltre, per evitare situazioni di pericolo e danni, in fase di installazione dello scarico di fondo è consigliato installare un coperchio anti-vortice. Si tratta di un rivestimento con strette fessure, perfetto per far sì che la presa svolga il suo lavoro al meglio ma che, al tempo stesso, i bagnanti siano al sicuro e non si vada incontro a infortuni o incidenti gravi.

La scelta di installare due prese di fondo, dunque, è quasi sempre obbligatoria. Infatti, con più scarichi si divide la potenza della pompa in due parti, diminuendo il rischio di risucchio o di intrappolamento. Inoltre, quando si tratta di una vasca molto piccola, si può anche decidere di non adottare tale soluzione. Ma in caso contrario, le regole valgono in modo universale sia per gli impianti pubblici, sia per quelli a uso privato.

Che cos’è la griglia per lo scarico di fondo?

Quando si installa la presa di fondo nella piscina è essenziale acquistare anche la griglia anti-vortice. Si tratta di un dispositivo da installare al di sopra dello scarico per limitare e minimizzare il rischio di infortunio. A tal proposito anche le normative europee pubblicate di recente definiscono l’obbligo di mettere in sicurezza la piscina dotata di scarico di fondo. Tanto è vero che una vasca dotata di presa di fondo ha bisogno di maggiori accortezze perché comporta più rischi e possibilità di farsi male.

Dunque, la griglia anti-vortice va installata al di sopra della presa di fondo, sul fondo della vasca. La griglia è costituita in modo tale da non ostacolare in nessun modo il funzionamento dello scarico. Infatti, grazie alle fessure presenti su di essa, il dispositivo consente di far uscire l’acqua dalla vasca e di condurla direttamente alle tubazioni, senza alcun tipo di impedimento. Inoltre, solitamente l’applicazione della griglia migliora anche l’impatto estetico dello scarico di fondo, rendendo il prodotto più bello, ma anche resistente e duraturo nel tempo. Nonostante questo, il fine ultimo della griglia per lo scarico di fondo della piscina è ovviamente la messa in sicurezza di tutti i bagnanti e la riduzione del rischio che i capelli, i gioielli o qualsiasi altro elemento possa essere risucchiato dallo scarico.

scarico-di-fondo

La normativa sull’uso dello scarico di fondo della piscina

Chi possiede o gestisce una piscina deve rimanere sempre aggiornato sulle nuove normative e sulle regolamentazioni per il corretto utilizzo dell’impianto. Di recente ci sono stati degli aggiornamenti in materia di scarico di fondo di una vasca, con particolare riferimento alle vasche interrate. Si tratta di interventi legislativi posti in essere con il fine di regolamentare l’uso delle prese di fondo ed evitare qualsiasi tipo di incidente. Infatti, se lo scarico viene installato nella maniera sbagliata o senza adottare precauzioni, il rischio di infortuni si alza notevolmente.

Le normative a cui far riferimento sono principalmente due:

  • EN 16713-2: si tratta di una norma in vigore dal 2017 e impone l’obbligo di installazione di un sistema anti-intrappolamento, come la griglia, per tutti gli scarichi di fondo di una piscina.
  • EN 16173: tratta il tema della sicurezza all’interno della piscina per tutti i bagnanti. Si rende obbligatorio l’esecuzione di test finalizzati alla misurazione del livello di rischio di intrappolamento dei capelli negli scarichi. Infatti, i capelli lunghi rappresentano il rischio maggiore per le prese di fondo.

È evidente come entrambe le normative si concentrino sulla sicurezza dei bagnanti. Infatti, lo scarico di fondo è un dispositivo estremamente utile, ma da usare con attenzione, perché potrebbe causare gravi danni.

Come sostituire lo scarico di fondo di una piscina?

In caso di guasti o di usura, può essere necessario dover sostituire gli scarichi di fondo della propria piscina. Talvolta la causa del rimpiazzo può essere ricondotta anche a una grande perdita della piscina. È emerso come tale dispositivo non sia facile da gestire e richieda continue accortezze per evitare incidenti. Per rimuovere la vecchia presa di fondo è necessario svuotare l’intero volume della vasca, così da arrivare sul fondo senza impedimenti e senza generare problemi al sistema idraulico.

Quando la vasca è vuota bisogna rimuovere il vecchio scarico per inserire quello nuovo. Ovviamente, è necessario acquistare una presa di fondo compatibile con le specifiche della piscina e in grado di svolgere bene i suoi compiti. Per sostituire lo scarico di fondo si può anche decidere di fare ricorso a dei professionisti, così da assicurarsi che il lavoro venga svolto nel migliore dei modi e da evitare eventuali malfunzionamenti ed errori.

Fonti: