Per raccogliere le foglie e i detriti che si posizionano sul fondo della piscina è sufficiente utilizzare alcuni semplici attrezzi quali un retino o un robot aspira fango. E’ necessario dedicare tempo ed attenzione alla corretta pulizia e igienizzazione della propria vasca, soprattutto quando questa si trova all’esterno ed è sprovvista di copertura per piscina. Per prevenire la caduta di foglie e la formazione di sporcizia all’interno della piscina si possono adottare diverse soluzioni, vediamo insieme le numerose alternative tra cui scegliere. 

Rete raccogli foglie piscina

Durante i mesi invernali ed estivi è importante che ogni piscina venga adeguatamente protetta; questo permette che si crei meno sporco e che l’acqua rimanga sempre pulita. Esistono diverse tipologie di coperture, come quelle motorizzate, a tapparella, scorrevoli o le coperture telescopiche. Ognuna di queste si caratterizza per proprietà tecniche differenti, ma tutti i modelli sono pensati proprio per ridurre al minimo la presenza di foglie e detriti e per mantenere una temperatura sempre costante dell’acqua. Inoltre, queste coperture sono fondamentali per ridurre i rabbocchi d’acqua dovuti all’evaporazione. 

Per proteggere la propria vasca, una delle opzioni migliori consiste nell’utilizzo di una rete raccogli foglie, ovvero una copertura realizzata in polietilene ad alta densità. Questo materiale si dimostra fortemente resistente e, grazie alla trama a maglia stretta, riesce a proteggere la piscina da insetti e sporcizia di qualsiasi genere. 

Viene appoggiata sopra al telo di copertura e fissata grazie ad alcuni occhielli perimetrali che ne permettono il facile montaggio. Inoltre, la sua leggerezza permette di rimuoverla e posizionarla in poche semplici mosse. Questa soluzione, pratica e veloce, aiuta a mantenere pulita la propria vasca, diminuendo considerevolmente la presenza di detriti che provengono dal giardino e che si depositano sul fondo.

Foglie in piscina

Attrezzi per recuperare foglie nella piscina

Per svolgere una corretta pulizia e manutenzione della piscina, è importante procurarsi un’adeguata attrezzatura. Per rimuovere le foglie dall’interno della vasca è necessario l’utilizzo di:

  • retino: è possibile collegare un’asta telescopica, leggera e dalla lunghezza variabile, capace di raggiungere gli spazi più profondi senza bagnarsi e assicurandosi che ogni detrito venga rimosso dall’acqua;
  • aspirapolvere: comodo e facile da usare, questo prodotto permette di pulire manualmente ogni angolo e catturare lo sporco più ostinato;
  • robot pulitore: una volta immerso, il robot automatico provvede alla pulizia del fondo autonomamente. 

Con l’aiuto di questi strumenti, leggeri e semplici da maneggiare, è possibile unire praticità ed efficienza; inoltre, utilizzando regolarmente la pompa ed alcuni prodotti chimici - quali cloro ed antialghe - l’acqua sarà sempre pulita e filtrata. Questo processo garantisce la massima igienizzazione della piscina.

Barriera piscina per foglie

Grazie all’utilizzo della pompa di filtraggio, l’acqua viene aspirata, disinfettata e reintrodotta nella vasca. Le bocchette posizionate lungo i bordi della piscina si chiamano skimmer: il loro compito è quello di assicurare un costante ricircolo dell’acqua ed evitare che ci siano zone stagnanti. Si tratta di un’azione fondamentale: la proliferazione di batteri, alghe e funghi, infatti, è spesso dovuta alla presenza di queste zone e al dosaggio errato dei prodotti chimici utili alla corretta disinfezione dell’acqua. 

Lo skimmer agisce proprio come una barriera: questa apertura, infatti, è protetta da un cestello, pensato appositamente per intrappolare foglie e detriti solidi. In questo modo, ci si assicura che la sporcizia non intasi il filtro della pompa durante il processo di filtraggio dell’acqua. È importante che questo retino venga pulito con frequenza, per assicurare la massima efficienza.

Filtro foglie per piscine

Nonostante l’utilizzo degli appositi attrezzi e la presenza dello skimmer, alcune particelle riescono comunque a raggiungere la pompa: per garantire un’azione sempre efficace, è necessario che il filtro venga svuotato e pulito regolarmente.

Come migliorare la pulizia di una piscina? L’utilizzo di un filtro foglie per piscina permette di aspirare una quantità superiore di detriti rispetto ai cestelli medi. Questo strumento può essere collegato direttamente allo skimmer o all’aspirapolvere e, grazie al flusso ad aspirazione ciclonica, cattura una maggiore sporcizia. Proprio come per ogni altro componente di una piscina, è fondamentale svolgere la manutenzione ordinaria e assicurarsi che non ci siano guasti o intasamenti. 

Grazie all’utilizzo di questi attrezzi è possibile migliorare la pulizia della piscina: si tratta di  un impegno quotidiano, volto a ridurre la probabilità di dover richiedere interventi di manutenzione straordinaria a causa di occlusioni di tubi o malfunzionamenti generali. 

Raccogli foglie piscina automatico

Non sempre si ha il tempo necessario per dedicarsi alla pulizia, motivo per cui ci si può affidare a strumenti che lavorano semi-autonomamente. I principali modelli di aspirapolveri da piscina automatici sono due:

  • idraulici: il cui funzionamento dipende dal collegamento con l’impianto di filtrazione, ovvero la fonte di energia che ne permette il movimento;
  • elettrici: alimentati grazie ad una batteria o ad un filo, è possibile programmarli secondo le proprie esigenze. 

Oltre ai robot pulitori, sul mercato sono presenti alcuni retini di superficie radiocomandati: la noiosa pulizia ordinaria si trasforma così in qualcosa di semplice e divertente. Grazie alla loro tecnologia, mantenere pulita la propria vasca diventa un’attività pratica, semplice e veloce. 

Telo copertura piscina per foglie

Molto spesso, prima di rilassarsi e poter nuotare, è necessario rimuovere detriti, foglie e fanghi che si sono depositati durante la notte. Come prevenire la sporcizia nella piscina? Grazie all’utilizzo di una copertura pensata appositamente per la propria vasca.

Esistono diversi teli realizzati in polietilene o pvc, ovvero materiali altamente resistenti che hanno lo scopo di proteggere l’acqua durante la notte e nei momenti in cui la vasca non viene utilizzata. Inoltre, queste chiusure si rivelano fondamentali per fare in modo che la piscina non si sporchi eccessivamente durante i temporali o le giornate ventose. 

Questi teli sono leggeri e facili da utilizzare: permettono di coprire e scoprire la piscina quotidianamente ed a proprio piacimento. Per garantire che l’acqua sia sempre cristallina e ridurre la presenza di fogliame al suo interno, l’utilizzo della pompa di filtraggio e del telo è la combinazione ideale. 

Durante i mesi freddi, invece, è possibile utilizzare rivestimenti molto simili, che sono, in aggiunta, ancora più resistenti: le coperture per piscine. Le coperture di Abritaly sono realizzate con materiali di qualità e tecnologia all’avanguardia, vengono progettate rispetto alle caratteristiche di ogni piscina, garantendo soluzioni eleganti e armoniose. Gli specialisti di Abritaly sono a completa disposizione per poter realizzare un progetto specifico che garantisca il giusto mix tra utilità ed eleganza. 

Foglie in piscina

Fonti:

https://www.bsvillage.com/rete-raccoglifoglie-polartex-net-96-coperture-invernali-piscina/21895/

https://www.zavattishop.com/it/accessori/pulizia-e-manutenzione.html?gclid=CjwKCAiA17P9BRB2EiwAMvwNyBgkSvpBlK2rMJTuA4ETt99Qby1xNiUfE0nBg8Ps1kTFnox_972UTBoCqC4QAvD_BwE

https://www.piscinecastiglione.it/piscine/piscine-skimmer/

https://www.amazon.it/Zodiac-Aspirazione-Ciclonica-Pulitori-Idraulici/dp/B00HUS2T7M